francese
inglese
italiano
RIVESTIMENTI
ph
I NOSTRI TRATTAMENTI : 
- Zincatura Bianca Classe II 
- CHROMITING Classe IV (passivazione trivalente Cr3)
- Zinco-Nickel Trasparente e Nero trivalente Cr3
- Fe/Zn classe VII S, passivazione NERA trivalente Cr3, seguita da Sigillatura
- Zincatura acida ed alcalina senza cianuro (abbinabile alle passivazioni GIALLA, VERDE e BIANCA trivalente Cr3)
- Trattamenti ausiliari : DECAPAGGIO, SGRASSATURA, SIGILLATURA e DEIDROGENAZIONE
- NOVITA’ 2012 : possibilità di eseguire lo Zinco-Nickel anche su prodotti destinati all’ impianto Statico
Clicca qui per CONSULTARE o SCARICARE la nostra SCHEDA TECNICA per conoscere i tipi di Rivestimenti che eseguiamo e la loro DURATA ALLA CORROSIONE 
Quando si parla di ZINCATURA, si parla di un processo col quale si applica un rivestimento di zinco  su substrato di ferro, di zama o di acciaio al carbonio per proteggerli dalla corrosione. Il materiale da trattare viene adeguatamente preparato (pre-sgrassato, decapato e sgrassato). Subito dopo il materiale è immerso in una soluzione elettrolitica  contenente sali di zinco. Viene infine creato un passaggio di corrente tra il pezzo e la soluzione che fa depositare lo zinco metallico sulla superficie del pezzo stesso.
 
ZINCATURA ACIDA
I bagni per la zincatura acida possono avere diverse tipologie di composizione base:
- 1 Zinco Cloruro- Ammonio Cloruro
- 2 Zinco Cloruro- Ammonio Cloruro – Potassio Cloruro
- 3 Zinco Cloruro-  Potassio Cloruro – Acido Borico
- 4 Zinco Cloruro – Potassio Cloruro
 
In tutti i casi, il  deposito che si viene a creare, è molto brillante ma la sua struttura è poco resistente alla corrosione.
Per questo motivo, la zincatura acida si utilizza principalmente nei bagni a rotobarile o, comunque, su superfici ridotte.
 
ZINCATURA ALCALINA
I bagni per la zincatura alcalina sono caratterizzati da un buon potere di ripartizione e da un buon rendimento di corrente.
Attualmente, oramai , sono più diffusi i bagni SENZA CIANURO a base di Sodio Zincato  e che hanno  una capacità di penetrazione ed una uniformità di deposito, paragonabile a quella dei bagni tradizionali ma hanno un limite di lucentezza: meno brillanti rispetto allo  Zinco Acido.
Lo zinco Alcalino è più utilizzato in bagni statici.